Sono diminuiti i reati di violenze sessuali a causa del lockdown, che ha impedito a molti di uscire. Ma c’è stato un aumento notevole di maltrattamenti e lesioni volontarie consumate nell’ambiente familiare”. Il dato preoccupante è fornito da Maria Monteleone, sostituto procuratore che per dieci anni ha guidato il pool sulle violenze di genere della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La vignetta di Beppe Mora

prev
Articolo Successivo

Berlino, 20mila al corteo anti-restrizioni: “Il Coronavirus è solo un falso allarme”

next