Ha un atteggiamento “costruttivo”, Filippo Bongiovanni, di fronte ai magistrati che ieri mattina lo hanno a lungo interrogato. Bongiovanni è l’ex direttore generale di Aria, la centrale acquisti della Regione Lombardia, che compra tutti i beni e i servizi che servono per le strutture regionali. È indagato, insieme ad Andrea Dini, cognato del presidente della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Fuori chi sgarra, Salvini lo sa” S’indaga sulla regìa della Lega

prev
Articolo Successivo

‘Ndrangheta stragista, il pm Lombardo: “La sentenza è solo un punto di partenza. Ora indagini sul memoriale di Graviano che cita Berlusconi”

next