A febbraio l’Unione europea ha donato alla Repubblica popolare cinese cinquantasei tonnellate di mascherine e guanti. Proprio quando l’Italia Settentrionale si trovava all’inizio dell’epidemia mortale, nonostante le rassicurazioni fornite a gennaio e febbraio sul contenimento europeo del contagio. Già nei mesi precedenti, in Europa, le scorte di Dispositivi di protezione individuale (Dpi) erano carenti. Le […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Errori Covid: euro-pasticci da Macron a Bruxelles

prev
Articolo Successivo

Speranza alle Camere.“Restrizioni fino a 31 luglio”. Salvini: “Ma ora smettetela”

next