Negli ultimi dati Inps c’è una nuova conferma: sebbene sulla carta sia vietato licenziare, molte imprese se ne stanno infischiando. Ben 39.910 persone sono state mandate a casa per motivi economici tra il primo e il 31 marzo. Quasi 40 mila lavoratori messi alla porta in violazione del decreto Cura-Italia, che ha disposto la sospensione […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Intesa-Ubi, l’ultima guerra di potere sulle banche

prev
Articolo Successivo

Libia, “il gioco” di Francia e Turchia

next