Fossimo in America, gli avrebbero dedicato un film. Marco Morin, super-esperto di armi ed esplosivi, è morto a 82 anni, nella sua casa di Campo San Polo a Venezia, portando per sempre nella tomba i suoi segreti. Era davvero un personaggio cinematografico, capace di giocare più ruoli in partita, nello stesso tempo esperto di bombe […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

I mille contro Netanyahu. No al piano d’annessione

prev
Articolo Successivo

Dibba l’incendiario: il passo della politica oltre purezza e ideali

next