Nel consiglio di amministrazione di Viale Mazzini, mercoledì scorso, l’ad Fabrizio Salini ha annunciato un taglio alle produzioni esterne della Rai nonché un limite allo strapotere degli agenti. Società di produzione e agenti delle star, infatti, nell’ultimo decennio l’hanno fatta da padrone nel servizio pubblico. Nei palinsesti del 2019, per esempio, la Rai ha affidato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Basta farmi la guerra. Non mi vuole? La Rai lo dica”

prev
Articolo Successivo

La spectre dei Benetton: il persiano, il criceto, il pollo e il fox terrier

next