Nel giorno in cui il numero dei morti da coronavirus negli Usa supera quello delle vittime dell’11 settembre 2001 – 3.500, più della Cina dove tutto è iniziato – diventa virale sui media la vicenda di un ragazzo di 17 anni morto in California: l’ospedale a cui s’era rivolto non l’ha curato perché non aveva […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Cibo a domicilio, rider ancora senza mascherine. La Cgil fa causa a Glovo

prev
Articolo Successivo

Respiratori e mascherine, via alla produzione per essere indipendenti entro l’anno

next