Il Coronavirus cancella le guerre: Siria, Iraq, Yemen, Afghanistan, i capitoli più cruenti del Grande Medio Oriente; e la Libia, a due passi da noi. Sparite. Detto così, sembrerebbe un dato positivo: l’epidemia si porta via un sacco di anziani dalle nostre case, ma riduce lo spreco di vite di giovani sui fronti dei conflitti. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Niente panico siamo inglesi, ma ora il governo ha il virus

prev
Articolo Successivo

Peste e colera, quei classici sempre citati (a sproposito)

next