Donne uccise, bambini e civili feriti: sussulti di guerra a Tripoli e nei sobborghi della Capitale ci rammentano che la situazione in Libia non è ‘normalizzata’ e che la tregua è fragile e spesso rotta. Il generale Khalifa Haftar (nella foto) approfitta della disattenzione del mondo, concentrato sull’emergenza coronavirus, per accentuare la pressione delle sue […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Salmond, l’ex primo ministro che rischia la fine di Weinstein

prev
Articolo Successivo

“Sordi? Un maestro di vita. A Fellini mancava la famiglia. E un vaffa alla Wertmüller”

next