Ci sono caduta anch’io. Quando le mie figlie hanno scelto la scuola superiore, non le ho spinto energicamente verso il mio amato liceo classico. Invece ho caldeggiato lo scientifico, la fucina delle donne di successo, quelle che non se la fanno sotto davanti a un’equazione, conoscono meglio la tavola periodica che il loro beauty-case, quelle […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La propensione laica della televisione, tra chiese silenziose e messe in diretta

prev
Articolo Successivo

Dopo la crisi, non rinchiudete (di nuovo) i prof nel cassetto

next