Unabomber di matrice anarchico-terroristica. È una delle ipotesi della Procura di Roma, che indaga sull’esplosione di tre pacchi bomba, indirizzati a tre donne tra domenica e lunedì. Il primo pacco ha ferito un’addetta al centro postale di Fiumicino, ma la busta era indirizzata a un’ex dipendente dell’Università Sacro Cuore (68 anni), con mittente l’università stessa. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

La bufala dell’olio sulle Alpi l’ha sfatata la mummia di Ötzi

prev
Articolo Successivo

“King Bibi” ora si sente già premier e vuole battere la magistratura

next