“Essendo il sottoscritto uno dei milioni di gonzi che gli avevano creduto, forse farei meglio a tacere”, scrive Michele Serra su Repubblica parlando di Renzi. Gli fa onore: non è da tutti ammettere di essersi fatti abbindolare da un individuo di levatura corrente. “Ma in quanto gonzo che gli aveva creduto – prosegu – ho […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

La sinistra cerca (ancora) una casa comune: la Schlein dà la scossa alla “cosa” rossoverde

prev
Articolo Successivo

Le soavi carezze del giovane Ciriaco

next