Annunci, razzi, ringraziamenti e smentite. L’incontro con l’altro protagonista della crisi libica, il generale Khalifa Haftar è per il ministro degli Esteri italiano occasione per ribadire che solo la soluzione diplomatica può portare la pace e, prima di tutto, il cessate-il-fuoco. Ma ciò che accade nel mentre Luigi Di Maio e il generale di Bengasi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Nord contro Sud, 160 anni dopo. Ma se il Mezzogiorno ripartisse, saremmo ricchi come la Germania. Su FQ MillenniuM in edicola

prev
Articolo Successivo

“Questo è il risultato se fai affari con al-Sisi”

next