Piazza Fontana, delitto Calabresi, delitto Moro, strage di Bologna, Capaci e via D’Amelio, bombe di Roma, Firenze e Milano, trattativa Stato-mafia. A dispetto della visione unitaria di pochi magistrati, giornalisti e storici squalificati come complottisti e acchiappa-teoremi, la narrazione mainstream ha sempre respinto la teoria del “doppio Stato”, spacciando le varie tappe della strategia della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

mercoledì 12 febbraio 2020

prev
Articolo Successivo

La vignetta di Mannelli

next