Il caso

Fatma e Mila, meglio Voltaire della religione

Dall’Iraq alla Francia - Due studentesse, la libertà di espressione e il peggiore aspetto dell’Islam

8 Febbraio 2020

Fatma e Mila non si conoscono, vivono in paesi e contesti opposti, la prima in Iraq, la seconda in Francia, eppure entrambe rischiano la vita per aver espresso la propria opinione sul potere delle religioni di imbrigliare la libertà. “Se per evitare di essere uccisa devo rinunciare a reclamare i miei diritti di cittadina, tra […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui