Ricordare non basta mai, caro Enrico. Piero Nissim, scrittore pisano, poeta, cantastorie, burattinaio e attore, sta portando in giro uno spettacolo musicale sull’ebrea livornese Frida Misul, giovane soprano, che sopravvisse all’Olocausto per la sua voce d’angelo (è scomparsa nel 1992). Si intitola “Canzoni di Frida”, tratto dal libro Canzoni tristi di Fabrizio Franceschini: va in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Coppa Italia, il trofeo più brutto al mondo

prev
Articolo Successivo

Arrangiarsi a Napoli: il tour della Camorra a soli 20 euro

next