Molti gli esperti che si sono pronunciati sulla “storica” sentenza del caso Romeo, il cui neurinoma del nervo acustico è stato provocato dal prolungato uso del telefonino. Diciamo subito che, personalmente, la condivido al cento per cento. Con quali motivazioni? Su questo giornale ho scritto sui tumori occupazionali, ad esempio lo scorso 26 settembre. Al […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

La vignetta di Franzaroli

prev
Articolo Successivo

#digiunopersalvini: boom di adesioni (però dopo colazione)

next