Le cariche di vertice in Confindustria ultimamente non sembrano portar bene. Lo sa Luigi Abete, lo stampatore past president dell’associazione, alle prese con la rivolta dei giornalisti della sua agenzia di stampa Askanews che ha presentato richiesta di concordato preventivo in continuità e vuol licenziare 23 giornalisti su 76. Il bolognese Gaetano Maccaferri, ex numero […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

L’app per gli incontri gay passa i suoi dati ad altri

prev
Articolo Successivo

Sono incapaci o sta finendo il capitalismo?

next