Ora è il momento del redde rationem per i Benetton. L’eventuale revoca della concessione delle autostrade italiane gestite da Aspi, non potrà che riverberarsi a cascata a monte dell’intera filiera societaria: da Autostrade per l’Italia su verso Atlantia, che di Aspi possiede l’88%, fino a Sintonia ed Edizione, la holding di Ponzano che di Atlantia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Smonti l’iPhone e scopri il boom cinese e i guai degli Usa di Trump

prev
Articolo Successivo

Caos commissari, al Mise non c’è più la direzione

next