Prima della resa dei conti ci sarà una pausa di riflessione. Segno che la voglia di cacciarne tanti e subito, va gestita con una certa prudenza. Oggi probiviri del Movimento Cinque Stelle butteranno giù l’elenco dei morosi che meritano l’espulsione. Ma prima di procedere, lasceranno una finestra – che poi è quella prevista da regolamento […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

L’autotassa dei partiti: la Lega chiede 3 mila euro, il Pd 1.500

prev
Articolo Successivo

L’“età adulta” delle Sardine inizia con l’abbraccio a Lucano

next