Gli ispettori hanno rilevato “accertati condizionamenti da parte delle organizzazioni criminali” e il governo ha sciolto per 18 mesi il comune di Mezzojuso (Palermo) noto al pubblico televisivo per la vicenda delle sorelle Napoli che hanno denunciato intimidazioni della mafia dei pascoli lamentando la mancata solidarietà dei cittadini. Adesso l’amministrazione del comune sarà affidata ad […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Calabria, un pianeta chiamato “restanza”

prev
Articolo Successivo

Gli uccelli del paradiso: all’asta volano i milioni

next