Quando si parla di “patrimonio culturale” non si deve pensare solo alle cattedrali medioevali, ai palazzi del Rinascimento, ai grandi musei, ai capolavori di Caravaggio: il patrimonio è quel tessuto continuo composto da natura, storia, arte che dà senso al nostro stare insieme. È una sorta di memoria collettiva: e per ogni cellula che ne […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Haïti, inchiesta Mediapart: quando il paradiso diventa un vero inferno

prev
Articolo Successivo

L’auto a noleggio. Successo del “tutto compreso”

next