Sia pure frastagliato, il Csm ha votato martedì i nuovi tre pm della Dna dopo che al plenum del 18 ottobre i togati Sebastiano Ardita e Nino Di Matteo si sono messi di traverso ai giochi in Terza commissione, competente per le proposte e ne hanno fatto una loro: quella per Nico Gozzo, pg a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Andreotti, nel centenario della nascita a scuola lo raccontano figli ed ex amici

prev
Articolo Successivo

Russiagate, “Sono Mifsud”: dopo due anni torna in voce il misterioso prof maltese

next