30 anni senza Muro

La vita avventurosa del partigiano torinese che spiava per Stalin

Giorgio Rinaldi, ex agente segreto dell’Urss, paracadutista e pittore, fu arrestato nel 1967 per spionaggio: scontò 6 anni, poi la grazia. Testimoniò sull’eversione neofascista, il sito della Cia lo cita ancora oggi

Di Massimo Novelli
11 Novembre 2019

Si è celebrato l’anniversario del crollo del Muro di Berlino. Forse è il caso di ricordare anche chi intorno a quel Der Mauer, da una parte e dall’altra, si battè. Uno di loro era un torinese. Scriveva La Stampa del 4 novembre 1988: “Giorgio Rinaldi Ghisilieri, ex agente segreto russo, ex campione europeo di paracadutismo, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 11,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono stati modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui