Quelli ancora vivi (e liberi) saranno in tutto una ventina. Hanno fra i 60 e i 70 anni e, nonostante fedine penali lunghe chilometri, girano indisturbati per la Capitale. E di appendere la pistola al chiodo non ne hanno ancora voglia. A cavallo fra gli anni 70 e 80, nella Roma controllata dalla Banda della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

A Teramo la ricostruzione fa più paura del terremoto

prev
Articolo Successivo

Giù il muro: una sola Berlino e la doppia vita tra est e ovest

next