Per la prima volta nella storia della Repubblica confessionale libanese, è in corso da 10 giorni una rivolta senza distinzioni settarie. Molti analisti l’hanno già definita una vera e propria rivoluzione. E in effetti dal nord al sud del Paese dei Cedri, dai quartieri sunniti, sciiti e cristiani, sono centinaia di migliaia i cittadini unitisi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Russiagate, i Dem avranno la versione integrale

prev
Articolo Successivo

Pham e la rotta vietnamita dei disperati

next