Non saranno le banche a ridurre le commissioni sui pagamenti elettronici, ma lo Stato a ridurre i costi per i commercianti. Quelli che oggi pagano in media l’1,5% sulle transazioni con le carte di credito e lo 0,95% sui bancomat. Per mettere un freno all’uso cospicuo che si fa in Italia del contante non si […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La vignetta di Mora

prev
Articolo Successivo

De Falco riporta il M5S in tribunale

next