Il salvataggio di Alitalia, se ci si passa il gioco di parole, non decolla ancora. E così arriva un nuovo slittamento dei tempi e un nuovo prestito statale “ponte”. Nella bozza del decreto Fiscale, il governo concede alla compagnia – da due anni in amministrazione straordinaria – altri 350 milioni per sei mesi per “indilazionabili […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Dai grandi ai (tanti) piccoli: la mappa dell’evasione fiscale

prev
Articolo Successivo

Quando Napolitano disse sì alle manette agli evasori

next