Halle, la città più popolosa della Sassonia-Anhalt, quasi 240mila abitanti. È il 9 ottobre: la piccola comunità ebraica locale festeggia in sinagoga lo Yom Kippur, il giorno dell’espiazione. Sono un’ottantina di persone. Il tempio si trova in Humboldtstrasse, nel quartiere Paulus, in centro. Sono le 14 e 45 quando un Suv Volkswagen grigio metallizzato frena […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Indagine per abuso d’ufficio sul procuratore di Palermo

prev
Articolo Successivo

Pietro Nissim: “Mi ricorda l’attentato del 9 ottobre a Roma”

next