C’è un passaggio della requisitoria della pm Christine von Borries che allunga ombre su Tiziano Renzi. Ieri l’imprenditore Luigi Dagostino è stato condannato con Tiziano Renzi e Laura Bovoli per due fatture per operazioni inesistenti. Per quegli stessi pagamenti di 160 mila euro, uniti ad altri fatti ripercorsi nella requisitoria, Dagostino è però indagato anche […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

False fatture per l’outlet, un anno e 9 mesi ai Renzi

prev
Articolo Successivo

Cosa disse Conte agli 007 nei summit preparatori

next