Quando Matteo Renzi non era ancora Matteo Renzi, ma soltanto il giovane sindaco di Firenze irrequieto e ambizioso, Marco Carrai era già Marco Carrai. A un ricevimento romano con gli amici di Israele, il diplomatico Naor Gilon, allora ambasciatore in Italia, disse stupendo i commensali: “Non sapete neanche il suo nome, ma vi assicuro che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Conte, Trump, Russia, 007: la mappa dei 4 complotti

prev
Articolo Successivo

Suicidi, la strage silenziosa: “Io survivor dell’esercito dei morti invisibili”

next