Matteo Salvini sta girando l’Umbria gridando all’inciucio tra M5S e Pd, che a suo dire qui è sinonimo di “scandali, arresti e incapacità”. Però, tra i suoi candidati alle Regionali del 27 ottobre c’è qualcuno che potrebbe creargli qualche imbarazzo. In primo luogo la candidata presidente, Donatella Tesei, dal 2009 sindaco di Montefalco, accusata dal […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La scissione 5 Stelle: caccia grossa ai 20 deputati già in crisi

prev
Articolo Successivo

C’è l’accordo nel governo. Ecco le tutele per i rider

next