La sera che “mette fine agli anni Sessanta” è quella del 9 agosto 1969. Sharon Tate, starlet in ascesa, moglie di Roman Polanski e incinta di otto mesi, viene uccisa insieme a tre amici e a uno sconosciuto dai membri della “Family” di Charles Manson. Quella notte Polanski è a Londra, al lavoro al suo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

Ferrari, la rivalità e lo scontro generazionale tra Leclerc e Vettel: quando il nemico è “socio”

prev
Articolo Successivo

Mitica Fedra Processo all’amore ai tempi di Instagram

next