Troppo impegnato a costruire il governo Conte 2 e a gestire la scissione di Matteo Renzi, il centrosinistra italiano non si è ancora accorto di un nuovo fenomeno politico: Elizabeth Warren. Di solito il Pd e i suoi intellettuali di riferimento si innamorano dei leader stranieri quando questi vincono: c’è stata la fase Tony Blair, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Condannati in cerca d’oblio. Compravendita, cricca & C.

prev
Articolo Successivo

Champions: più spendi più soffri

next