Chi si aspettava che l’udienza al Tribunale di Bolzano facesse luce sulla famosa positività di Alex Schwazer al doping nel 2016, riscrivendone la storia, dovrà pazientare. La nuova perizia del Ris di Parma non cancella i dubbi, ma li aumenta. Non dice cosa è successo quel giorno, ma spiega cosa sicuramente non è possibile: che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Trame contro De Magistris, ora la sentenza è annullata

prev
Articolo Successivo

Labari, teschi e inni inceppati: l’addio polveroso a Delle Chiaie

next