Cinquemila immigrati irregolari segnalati in otto mesi. Il nodo dell’immigrazione non è più soltanto il Mediterraneo, ma anche lungo i 240 chilometri che dividono il Friuli-Venezia Giulia dall’Est Europa. Non passa giorno che tra Trieste e Udine non vengano fermati migranti che cercano di arrivare in Italia, spesso viaggiando in condizioni disumane. L’ultimo caso è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Fatto a mano di Natangelo 1209

prev
Articolo Successivo

Draghi, l’ultima mossa. Ma salvare l’eurozona ora spetta ai governi

next