Nuove immagini riprese da una telecamera di sorveglianza aggiungono altri dettagli alla vicenda dell’omicidio di Mario Cerciello, aggravando ancora la posizione dei due americani Elder Finnegan Lee e Christian Gabriel Natale Hjorth accusati della morte del vicebrigadiere avvenuta la notte del 25 luglio. I carabinieri hanno analizzato ogni singolo istante delle riprese delle telecamere poste […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Blocco e sms da Vodafone: così s’installò il trojan di Palamara

prev
Articolo Successivo

La sfida “green”e i ritardi dell’Italia

next