Fabio Gaudenzi, il fascista di Roma Nord arrestato qualche giorno fa per possesso di armi da guerra, sembra davvero aver intenzione di collaborare con la giustizia. Detenuto in isolamento nel carcere di Rebibbia, ha deciso di cambiare avvocato, lasciando chi lo aveva difeso nel corso del processo Mafia Capitale, costatogli una condanna per usura, con […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese