Va bene l’accordo politico, il programma condiviso, la scomparsa dei vicepremier, la consueta tarantella sui ministri, Beppe Grillo e il suo neurologo, la problematica piattaforma Rousseau, ma alla Bestia ci ha per caso pensato qualcuno? Perché se anche il teatrino truculento di Matteo Salvini non sarà più allestito al Viminale (e neppure, supponiamo, trasferito sui […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Mail box

prev
Articolo Successivo

Morti sul lavoro: la mattanza dimenticata (pure dalla retorica)

next