È una crisi politica, quella scatenata da Brexit, che non fa che avvitarsi, in una spirale senza più soluzioni. Ieri pomeriggio il governo ha perso la sua maggioranza, già limitata a un parlamentare: il conservatore Philip Lee, dopo 27 anni, ha lasciato i Tories per i Libdem attraversando platealmente la Camera dei Comuni proprio durante […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Usa, addio Afghanistan. Tornano i Talebani e l’incubo del burqa

prev
Articolo Successivo

Villani, un disobbediente per Parigi

next