Morto un Papa, se ne gira un altro. Nell’ennesima Mostra delle sfighe e della mestizie senza frontiere, almeno il Santo Padre conserva un filo diretto con il malconcio dio del Cinema. Tutti ricordiamo il cardinal Melville di Habemus Papam presentato da Nanni Moretti a Cannes nel 2011, Michel Piccoli balbettante e vagolante per le stanze […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Bach era ossessionato dalla musica e Mozart temeva la stitichezza

prev
Articolo Successivo

Bach era ossessionato dalla musica e Mozart temeva la stitichezza

next