Il futuro per i 1.600 lavoratori dell’Almaviva Contact di Palermo resta appeso alla formazione del nuovo governo Pd-M5S con la flebile speranza che non ci siano grandi scossoni al ministero dello Sviluppo economico, così da convocare subito un tavolo con l’azienda ed evitare l’apertura della procedura di licenziamento collettivo promessa da Almaviva. Ma di tempo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Navigator ostaggio di De Luca “Pd e 5 Stelle ora lo fermino”

prev
Articolo Successivo

Il governo riparta dalla Costituzione

next