Il G7 di Biarritz si apre in un clima di tensione internazionale. A innescare la crisi diplomatica sono state le dichiarazioni del presidente francese Emmanuel Macron, che ha espresso la volontà di discutere durante il summit degli incendi che stanno devastando l’Amazzonia. “La nostra casa brucia”, ha detto. Immediato l’appoggio della cancelliera tedesca Angela Merkel. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Amazzonia in fiamme, lo scienziato: “L’agrobusiness brucia le foreste. Bolsonaro ha riportato il Brasile al colonialismo”

prev
Articolo Successivo

Un terrorismo in stand by. L’Isis c’è ancora, ma non si vede

next