Per capire quando e di cosa sia morto chef Andrea Zamperoni bisognerà attendere l’esito dell’autopsia. Dall’Italia intanto Renato Rozi, lo zio, afferma: “Era nel posto sbagliato al momento sbagliato”. Il posto sbagliato è una camera al primo piano del Kamway Lodge un ostello del Queens, a New York. Una chiamata anonima avvisa la polizia che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Un terrorismo in stand by. L’Isis c’è ancora, ma non si vede

prev
Articolo Successivo

Salviamo il cetriolo di mare dai cinesi (e dalle mafie)

next