La crisi politica ha un lato B. Tutto giudiziario. La fine del governo Conte ha infatti un effetto immediato: rende impossibile al Parlamento dare il via libera ai magistrati che hanno chiesto di esaminare il computer dell’ex sottosegretario leghista Armando Siri. La vicenda si è aperta nell’aprile scorso, quando si è saputo che Siri era […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

L’Avv., gli studenti e Capitan Papeete: poi la messa è finita

prev
Articolo Successivo

“Cosa resterà…”: 445 giorni di governo gialloverdep

next