Per due cavalli e una carrozza trema l’intero sport italiano. La guerra fra Federazione sport equestri (Fise) e associazioni sulle gare degli attacchi, specialità nemmeno troppo illustre dell’ippica (tipo corsa dei carri), sarebbe un contenzioso fra fanatici, se non fosse finita sul tavolo dell’Antitrust. Il Garante ha indagato e si prepara a stangare la Fise […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La gioventù ribelle di Gozi, compagno che fu camerata

prev
Articolo Successivo

Il Jobs Act va alla Corte Ue: “Discriminatorio”

next