“Nel Mediterraneo ci si incontra sempre”. (da “Il Mediterraneo in barca” di Georges Simenon – Adelphi, 2019 – pag. 15) Non basta certamente un libro, tantomeno una raccolta di reportage scritti ottantacinque anni fa, per smontare le mistificazioni della propaganda sovranista su un fenomeno epocale qual è a migrazione di massa che attraversa il Mediterraneo. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Un terzo polo per contrastare il “sistema”

prev
Articolo Successivo

Cilento, escursionista francese di 27 anni disperso da 9 giorni: “Soccorsi in ritardo”. L’appello della madre: “Aiutateci”

next