Quello del rassicurante croupier Conte o la roulette piena di lustrini di Salvini: quale sarà il tavolo giusto sul quale puntare le poche fiches a disposizione, per influire veramente sulla manovra del governo? È il dilemma davanti al quale si trovano in queste ore sindacati e organizzazioni datoriali, sempre più confusi dopo la prima convocazione […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Talk-show con soldi pubblici”: Oliverio indagato

prev
Articolo Successivo

Istat, economia italiana in lieve ripresa

next