Dopo sette giorni di stallo, la “Germania, il Portogallo, la Francia, il Lussemburgo e l’Irlanda” e la Conferenza Episcopale Italiana si faranno carico dei 116 migranti a bordo dalla Bruno Gregoretti, il pattugliatore della Guardia Costiera ormeggiato nel pontile Nato del Porto di Augusta. La nave aveva salvato 135 migranti durante un soccorso a largo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Salvini fa la guerra per far saltare la prescrizione

prev
Articolo Successivo

Aspettando l’autonomia, il Nord incassa dalla sanità

next