il caso

Eni contro Amara. Chiesti 30 milioni all’accusatore

Maxi-risarcimento - Il colosso petrolifero fa causa al suo ex legale per il falso complotto orchestrato contro Descalzi

23 Luglio 2019

Danni per 30 milioni. È la richiesta avanzata da Eni nei riguardi di Piero Amara, suo ex legale esterno, l’uomo che nei giorni scorsi ha accusato l’amministratore Claudio Descalzi di aver fatto pressioni nei riguardi dell’ex manager Vincenzo Armanna affinché ammorbidisse le accuse nei suoi riguardi. Accuse rivoltegli nel processo che li vede entrambi imputati, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.